Il Capocomitiva di Bari

Benvenuti, questo è il mio primo "BLOG". Per quanti di voi che abbiano intenzione di conoscere attualità, cronaca, divertimenti e tradizioni della città di Bari e non solo. Potrete fare due chiacchiere con me lasciando i vostri commenti o consigli in maniera seria ed io saro' felice di rispondervi. Buon divertimento Amici miei. Un saluto da Sergio "Il Capocomitiva". P.s.: Per la realizzazione di questo Blog nessun pugliese è stato maltrattato......

26 novembre 2009

"Sportello casa" - Addio agli affitti in nero agli studenti fuorisede?

Dal sito del Comune di Bari riporto questo interessantissimo articolo:
""""È stato siglato giovedì 19 novembre dai rappresentati di Comune di Bari, Agenzia regionale per il Diritto allo Studio (Adisu), Università, Politecnico e Assessorato regionale per il Diritto allo Studio un protocollo d'intesa per l'avvio dello "Sportello casa", servizio gratuito dell'Adisu dedicato agli studenti universitari fuorisede in cerca di alloggio.

I firmatari sono stati il sindaco Michele Emiliano e l'assessore alle Politiche abitative Giovanni Giannini in rappresentanza del Comune, gli assessori regionali Gianfranco Viesti (Studio) e Angela Barbanente (Territorio), la presidente dell'Adisu Alba Sasso, i Rettori dell'università Corrado Petrocelli e del Politecnico di Bari Nicola Costantino, Giuseppe Mastrandrea e Michele Colamonaco presidenti dei consigli degli Studenti di Università e Politecnico.

All'intesa hanno aderito anche i rappresentanti locali degli inquilini e degli assegnatari appartenenti al Sunia ed esponenti dei proprietari e delle agenzie immobiliari.

Lo sportello avrà la funzione di calmierare i prezzi degli affitti degli alloggi e di contrastare la proliferazione dei contratti d'affitto in nero in città. Si tratta di un servizio complesso, da tempo atteso dagli studenti, che consentirà ai giovani di trovare case in buone condizioni e a prezzi certificati dalle parti in causa,
attraverso la stipulazione di un contratto di locazione regolare.

Il progetto prevede, nella prima fase, la creazione di uno sportello casa telematico e, in seguito, l'istituzione di altri sportelli all'interno dell'Adisu e delle sedi universitarie, ai quali i fuorisede che cercano alloggio potranno rivolgersi in qualsiasi momento. Dall'altra parte del terminale, gli operatori specializzati, tenendo conto delle richieste e delle esigenze manifestate, provvederanno a mettere in contatto gli interessati con i proprietari di appartamenti: è assicurato così il classico momento dell'incontro domanda-offerta, nonché l'assistenza tecnica anche successiva alla stipula del contratto.
Lo sportello casa vuole fornire una risposta al problema degli alloggi a Bari: solo nel capoluogo, si calcola che oltre 60 mila giovani saranno interessati ad utilizzare il nuovo servizio, 100 mila in tutta la regione. "In Puglia - si legge nella relazione introduttiva al protocollo d'intesa - sono disponibili per gli studenti universitari fuorisede 1.555 alloggi in totale, a fronte delle oltre 15 mila (15.751) richieste. Agli idonei va aggiunto, inoltre, il numero crescente di studenti che, per mancanza di requisiti o per altro motivo, non concorrono per i posti letto all'interno delle strutture messe a disposizione dalla Regione. Il numero totale di studenti nel territorio regionale supera le 100 mila unità, circa la metà delle quali vive da fuorisede, sopportando ingenti spese e gravando pesantemente sui bilanci familiari. Questa situazione ha creato un mercato borderline, caratterizzato da un generalizzato aumento degli affitti di immobili spesso non a norma, e da varie irregolarità nella contrattazione".

Lo sportello, posto a garanzia dei diritti degli studenti, sarà in grado di offrire vantaggi anche ai proprietari, ai quali la convenzione offre un pacchetto di agevolazioni fiscali e tributarie (riduzione di Irpef e dell'Ici al 3 per mille così come deliberato dal consiglio comunale il 12 maggio 2008) e un fondo di garanzia in caso di danni all'immobile provocati dagli inquilini. """"
_________________

Bene amici miei, benissimo cari studenti universitari (soprattutto ai quei disgraziati fuori sede), finalmente una lodevole iniziativa immobiliare attende voi tutti. Da che mondo e mondo, purtroppo, il problema di trovare casa in affitto, a prezzi ragionevoli, riguarda non solo Bari ma direi tutta italia, se non addirittura l'intera Europa. Figuriamoci poi se parliamo di "quelle" case da affittare agli studenti. E che ve lo dico a fare. Personalmente, c'e' stato un tempo che anche il sottoscritto si è messo alla ricerca di un monovani o comunque di una stanza dove poter stare in affitto a prezzi ragionevoli e con un minimo (e dico davvero minimo) di comodità. Non immaginate quali siano stati i risultati ottenuti e verificati sul campo: semplicemente catastrofici. Il punto è sempre quello. Se ti affidi ad una qualsiasi Agenzia immobiliare, giustamente, trovi pure la sistemazione ottimale e con regolare contratto, ma, devi preventivare un costo sicuramente piu' alto di quello che magari ti eri prefissato di pagare.
Cosa fare?Ti butti nel mondo, il fantastico e bellissimo mondo, del privato. Inizi a telefonare a questo tipo e a quella tizia; ti dicono che è una camera ben arredata, completa di tutto, funzionante, etc, etc.
Bene, prendi appuntamento e ti rechi sul posto e....e.....e trovi lo schifo dello schifo. Il piu' delle volte infatti, trovi un cesso e non una stanza, di 4 metri per quattro, completamente da ristrutturare, fatiscente e magari immersa pure nel verde....si' della muffa!!!!

La cosa piu' bella sapete quale è?Vedere la faccia di alcuni proprietari quando anche davanti all'evidenza, ti decantano i "pregi" del suddetto immobile. A questi "magnanimi" gli darei l'Oscar per la recitazione.
Ma come cacchio si fà a essere tanto paraculi!!!???

Ma il peggio deve ancora arrivare. Ecco quindi che magari, quando hai trovato qualcosa di decente, esce fuori il coniglietto dal cappello e senti echeggiare tra le cadenti mura domestiche queste deliziose frasine: """Guardi, allora la stanza (o l'appartamento, a seconda dei casi) se la/lo vuole viene tot euro al mese, logicamente...sa....poi....capisce...insomma....non la posso mettere con regolare contratto, altrimenti le dovrei chiedere molto di piu'"""""
Ed io, quando sento e continuo a sentire questi brillanti e splendidissimi e poetici suoni, me ne vado in estasi completa!!!!
Diciamo che, ahimè, non sono uno studentello sbarbatello, e peggio pure rincoglionito, che accetta di tutto di piu' pur di dormire da qualche parte la notte. "Purtroppo", io, lavoro fuori Bari e, quindi, sono orientato a stare almeno in un posto per diverso tempo (e non cosiddetto uso transitorio....come è bella sta parola) ed in modo, torno a dire, decente.
Il fatto di sentirsi dire certe frasi, amici miei, è veramente ma veramente scandaloso. Una vergogna. Tu, proprietario di immobile da affittare, non solo hai il coraggio di offire un porcile, ma ti permetti pure il lusso di eludere, anzi meglio, di evadere il fisco.....
E io, secondo te, grandissimo disgraziato, devo stare in un posto squallido, senza niente di particolare, pagarti bene mensilmente, senza un minimo di ricevuta????
E la Legge te la sei dimenticata???
E se mi dovesse succedere qualcosa in casa e mi facessi male, brutto idiota, chi sarebbe il responsabile?
Ed ancora, lo sai o non lo sai che devi obbligatoriamente denunciare alla Autorità di Pubblica Sicurezza per il tramite dell'Agenzia delle Entrate a chi hai affittato casa entro 48 ore dalla consegna delle chiavi!?

Evidentemente questa gente, tante signore e signori (cosi' a modo e gentili inizialmente) tutti questi scrupoli non se li fanno. Tanto per loro, se non sono io a prendere casa in affitto, hanno altri cristiani sull'uscio della porta pronti ad entrare: extracomunitari (disgraziatissimi, studentelli appunto fuori sede, colf polacche e rumene, etc, etc, etc).

Il problema, percio', riguarda soprattutto queste categorie di persone, chiamiamoli meno abbienti o per lo meno un po' sprovveduti (non certo per colpa loro), davvero costretti a vivere in posti angusti, al limite dell'igiene e della sicurezza e presi per il collo (o forse per il cu.... ) da questi disonesti.
Ma che Italia è questa qua?
Il piu' forte è colui che riesce a fregare il prossimo, con tanto di faccia tosta!?No, a parere mio, nossignore .

Da oggi percio', almeno a Bari, qualcosa è cambiato. Finalmente una importantissima mano agli studenti fuori sede è arrivata dall'Amministrazione Locale, con tanto di aiuto di validi professionisti seri e preparati.
Vedremo che succederà.

Etichette: , , , , , , , ,

0Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

 
Il Capocomitiva di Bari - Il Blog dove troverai tutto sulla Citt���� di Bari, Sergio & Friends
####Buon Divertimento - Blog di Sergio il Capocomitiva di Bari####