Il Capocomitiva di Bari

Benvenuti, questo è il mio primo "BLOG". Per quanti di voi che abbiano intenzione di conoscere attualità, cronaca, divertimenti e tradizioni della città di Bari e non solo. Potrete fare due chiacchiere con me lasciando i vostri commenti o consigli in maniera seria ed io saro' felice di rispondervi. Buon divertimento Amici miei. Un saluto da Sergio "Il Capocomitiva". P.s.: Per la realizzazione di questo Blog nessun pugliese è stato maltrattato......

04 febbraio 2007

Santeramo in Colle


Le origini del paese di Santeramo in Colle risalgono ad antichi tempi. Infatti, sono stati rinvenuti luoghi appartenenti al periodo greco-romano nel perimetro del nucleo storico a testimonianza dell'esistenza (almeno in epoca classica) di un centro abitato che è stato denominato dai ricercatori con l'antico nome di Lupatia. Nel territorio comunale sono disseminate un po' ovunque le tracce di insediamenti umani preistorici e protostorici che a partire dall'età neolitica, percorrono tutto l'arco delle civiltà e delle epoche successive. Reperti storici quali: vasi, monete, armi, oggetti d'uso quotidiano peuceti, greci, romani sono stati reperiti in gran numero in varie località. La parte meridionale dell'agro santermano è interessata tuttora dal percorso dell'antica via Appia nel tratto tra Venusia e Taranto. Nella località di "Viglione" è da vedersi il sito della Mansio di Sublupatia citata negli itinerari romani. Il nome deriva dal patrono Erasmo di Antiochia, martire nell'età dioclezianea che secondo la leggenda l'avrebbe fondata. A Santeramo si possono ammirare le bellissime chiese presenti, tra le quali spicca sicuramente la Chiesa Matrice di S. Erasmo (XVIII secolo). A seguire, la Chiesa di S. Maria del Carmine (XII secolo), le cosiddette catacombe di S. Patrizio (non visitabili purtroppo), la Chiesa di S. Eligio (XI secolo) ed infine il Palazzo marchesale S. Erasmo (del 1576). La festa patronale (S. Erasmo) si svolge il 2 giugno. Si narra al riguardo che il Santo protettore sia arrivato in Puglia scappando dalla persecuzione dell'imperatore Diocleziano. Si narra ancora che, giunto nella nostra regione stremato nelle forze sia stato trovato ed accolto da un contadino che lo ha trasportato al villaggio sul suo carretto. La festa, infatti, è caratterizzata dalla presenza di un carro di grandi dimensioni, addobbato e progettato in modo da ospitare tre nicchie, quella centrale occupata dalla statua del Patrono mentre le due rimanenti laterali vengono destinate ad ospitare di anno in anno le effigi di Santi diversi. Intorno alla mezzanotte il carro trionfale trainato dai fedeli, accompagnato da piccoli cavalieri in costume, attraversa le strade principali del Paese. Infine si ricorda la Sagra del vino e mostra-mercato delle uve da tavola e da vino che si svolge nelle giornate del 5-6-7 agosto. Santeramo nell'ultimo decennio ha avuto una forte espansione economica accresciuta sicuramente dalla buona volontà degli abitanti che hanno saputo sviluppare le ricchezze locali [industria alimentare (carni e salumi ottimi) e del pellame specificatamente)]. Il turismo è stato anche portato avanti con ottimi risultati facendo concentrare molto l'attenzione non solo verso le antiche chiese precedentemente indicate, ma, anche esaltando le bellezze del paesaggio limitrofo, ricco di bellissimi sedimenti calcarei che vanno a formare proprio la Murgia barese. E'qui infatti che un tempo esistevano distese di boschi e oggi vi si riversano magnifiche campagne incontaminate, mete di appassionati di tutto il mondo di trakking e mountain bike. Insomma, un paese dove potrete respirare la natura in tutta la sua bellezza e splendore. Font by: www.comune.santeramo.ba.it . Foto By: www.biopuglia.iamb.it e Comune di Santeramo www.classitaly.com

Etichette: , , ,

0Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

 
Il Capocomitiva di Bari - Il Blog dove troverai tutto sulla Citt���� di Bari, Sergio & Friends
####Buon Divertimento - Blog di Sergio il Capocomitiva di Bari####