Il Capocomitiva di Bari

Benvenuti, questo è il mio primo "BLOG". Per quanti di voi che abbiano intenzione di conoscere attualità, cronaca, divertimenti e tradizioni della città di Bari e non solo. Potrete fare due chiacchiere con me lasciando i vostri commenti o consigli in maniera seria ed io saro' felice di rispondervi. Buon divertimento Amici miei. Un saluto da Sergio "Il Capocomitiva". P.s.: Per la realizzazione di questo Blog nessun pugliese è stato maltrattato......

17 febbraio 2009

Musica maestro....il mondo nuovo!

Certo che di cose belle e brutte nella mia frastornata vita ne ho fatte. Alcune cose meno belle ma altre sicuramente fantastiche. Questo è il caso che mi si è presentato alla veneranda età di 32 anni quando mi è stato proposto da una persona meravigliosa di accompagnarla a seguirla ad un concerto di musica classica. Direte voi :""Quale sarebbe la cosa bella??"". La risposta è presto detta. Il sottoscritto non era mai stato ad un concerto di musica classica e per di piu' con una compagnia di tutto prestigio!Ho avuto il piacere e l'onore di assistere a questo fantastico spettacolo assieme ad una "addetta ai lavori". Vi garantisco che la musica cambia notevolmente con la guida di qualcuno preparato affianco!
Appuntamento presso lo Sheraton Nicolaus Hotel (strafighissimo hotel di Bari) nella saletta dedicata ai concerti ed alle riunioni. Ore 21,00 del giorno 13 febbraio Anno del Signore 2009. Mi è stato sconsigliato di vestirmi da pinguino perchè non ne sarebbe valsa la pena. Io, da bravo esecutore di ordini, mi vesto da perfetto minchione trentenne con maglione e jeans.....

Vabbè, entriamo in questa carinissima e caldissima struttura e ci accomodiamo in pole position di fianco al palco. A poco a poco entrano in sala tutti i musicisti della bellissima ORCHESTRA SINFONICA DELLA PROVINCIA DI BARI (nata tra l'altro nel 1968, per chi non lo sapesse ed attualmente affidata alla guida del direttore M.o RENZI, del Conservatorio "Piccinni" di Bari ). Lo spettacolo in programma per la serata è "Schulhoff" concerto per pianoforte e piccola orchestra op. 43 e a seguire "Schubert"Sinfonia nr. 8 "la grande" diretta dal maestro Gunter Neuhold, con l'ausilio della pianista Emma Schmidt.

Ecco a questo punto, una volta accomodati che inizia la vera e suggestiva performance musicale. Entrano i musicisti e vengono successivamente raggiunti dal primo violinista, un uomo sui 45-50 anni, con un pizzetto curatissimo ed uno sguardo severo, ma allo stesso tempo beffardo e intrigante. In sala, oramai, dopo gli applausi per i protagonisti cala di colpo un silenzio ordinato e tremendamente surreale. Tocca ora assistere all'ingresso del maestro Neuhold ed a quello della pianista austriaca.

Beh, ragazzi miei, l'atmosfera è da processo in Tribunale: si respira ora solo e soltanto un'austera aria istituzionale, si celebra un bellissimo avvenimento. Tutti precisi e composti, tutti perfetti nei loro vestiti tirati a lustro, assolutamente compatti e disciplinati. Eh, si, perchè la musica, almeno quella di un certo livello, è sicuramente ordine e precisione, non si possono fare errori, altrimenti si distrugge un impero fantastico e irreale.

La musica inizia lentamente ad echeggiare fra le mura un po' mute e amorfe di questa saletta, io inizio francamente a lasciarmi andare. Ebbene si, lo ammetto, non mi addormento come avevo purtroppo immaginato, mi sta anzi piacendo....
Infatti la musica, inebriante come un profumo di rose appena colte, penetra nella mia testa e mi fà davvero stare bene. E' una sensazione bellissima, strana, ma al contempo assolutamente rilassante, liberatoria direi. Credetemi amici miei, mai ho avuto un cosi' un senso di pace, di quiete, di calma totale. Guardo le mie meravigliose vicine di sedia e guardo gli orchestrali, guardo il maestro e la pianista. Rapito come un bimbo quando si trova davanti ad un negozio di giocattoli.
I musicisti, soprattutto loro, sono fantastici, non perdono un colpo, tutti assieme seguono il tempo, tutti assieme in sinergia e con passione producono note meravigliose. Archi, viole, violoncelli, tamburi e timpani (membranofoni a percussione), trombe e tromboni (aerofoni a bocchino) e perfino chitarra e un'arpa (appartenenti alla famiglia dei cordofoni composti). Strumenti che generano note. Note che prese singolarmente sono fredde come ghiaccio, come stalattiti, ma che sentite in combinazioni poetiche ben distinte generano melodie fantastiche e illuminanti. E' l'apoteosi, il culmine di una potente e bella alchimia nata da non so dove e grazie a chi.

Risultato?Non so che dire. Semplicemente bellissimo. Io da persona ignorante, io da ultima ruota del carro, io che sulla faccia della terra conto quanto un due di bastoni, ammetto di aver passato una serata assolutamente indimenticabile. A Bari, nella mia città. E chi lo avrebbe mai detto!?

La cultura per la musica classica francamente non penso di averla mai avuta. Di una cosa sono pero' certo, evidentemente in questi anni ho perso molto tempo con tante cose sicuramente divertenti ma non cosi' belle. E pensare che in famiglia ho anche parenti addetti ai lavori sparsi un po' qua ed un po' la'...mah!!!Chi lo sà, magari grazie alla mia gentilissima e dolcissima amica di sventura ho imparato a conoscere una nuova realtà da sempre esistita e da me poco considerata. Magari presto ritorno a vedere qualche altro concerto, se non addirittura ad assistre a qualche opera. Chi lo sà, tutto è possibile e a me piace spaziare a 360 gradi nella vita!Mai finire di imparare, mai.
Grazie ancora per avermi portato in questo nuovo (per me) mondo fantastico!!!

Grazie per avermi dato la possibilità almeno per una serata di stare sereno con me stesso e con tutto cio' che mi circonda, di stare lontano dal caos cittadino e dalla violenza e dall'odio gratuito, dal falso e dalla cattiveria, atteso che oggi come oggi sta diventando sempre piu' difficile vivere una vita normale e senza incasinamenti vari!!!A presto!

Etichette: , , , , , , ,

5Comments:

Anonymous Anonimo said...

Allora non ti lamentare,caro mio!
Hai detto di essere pendolare,torni
a casa per il fine settimana,vai al
concerto di musica classica,e a me invece tocca pulire il culo di mio figlio quando rientro a casa da Benetutti nel weekend! Facciamo a cambio, che dici?
Sabino

18/2/09 10:39

 
Blogger il Capocomitiva said...

Eh ehe eh, beh, logicamente credo che la pulizia retrospettiva di tuo figlio sia una cosa piuttosto seria! In fondo pero' a parte gli scherzi, credo sia comunque bello poter stare vicino ai propri figli con tutti gli annessi e connessi, no?
E vabbè. stringiamo entrambi i denti caro Sabino e grazie della tua solare e simpatica risposta.

18/2/09 16:26

 
Anonymous Anonimo said...

Ma guarda, caro anonimo, che vedere un concerto della provincia non è mica più piacevole di ciò che tu chiami "pulire il culo di tuo figlio"! sempre di cacca si tratta...

21/2/09 15:01

 
Blogger il Capocomitiva said...

Ehm, vabbè, stendiamo un velo pietoso sulle potenzialit di questa orchestra. Io mi sono divertito, poi ognuno rimane della propria opinione!!!!
Fate l'amore e non fate la guerra!!!!!ehheheheh

21/2/09 17:11

 
Anonymous Anonimo said...

Fate la cacca, forse è meglio!
Sabino

24/2/09 10:08

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

 
Il Capocomitiva di Bari - Il Blog dove troverai tutto sulla Citt���� di Bari, Sergio & Friends
####Buon Divertimento - Blog di Sergio il Capocomitiva di Bari####