Il Capocomitiva di Bari

Benvenuti, questo è il mio primo "BLOG". Per quanti di voi che abbiano intenzione di conoscere attualità, cronaca, divertimenti e tradizioni della città di Bari e non solo. Potrete fare due chiacchiere con me lasciando i vostri commenti o consigli in maniera seria ed io saro' felice di rispondervi. Buon divertimento Amici miei. Un saluto da Sergio "Il Capocomitiva". P.s.: Per la realizzazione di questo Blog nessun pugliese è stato maltrattato......

22 maggio 2007

Cassano delle Murge

Carissimi amici del Blog, il post odierno lo dedico al Comune di Cassano delle Murge.
Si trova a m. 341/474 s.l.m., a 29 Km. dal capoluogo, Bari, con una popolazione di circa12.500 abitanti.
E' importante ricordare che dalle sue colline piu' alte si gode un panorama inimitabile che abbraccia il Gargano e l'ampia conca della Valle d'Itria. La sua particolare posizione geografica e la presenza di un meraviglioso bosco, "Mercadante", creato nel 1928 per risolvere il problema delle frane, ne ha fatto una delle zone predilette per l'agriturismo. La foresta "Mercadante", si estende per oltre milletrecento ettari di pini, cipressi e roverelle, dietro i quali è facile scorgere volpi, faine e donnole; l'area, gestita dal Corpo forestale, è fornita di servizi e di zona ristoro.
Spessissimo, soprattutto nelle giornate di Pasquetta, il 25 aprile o comunque durante le giornate di festa mi sono recato con gli amici in questo bosco stupendo, dove, ho potuto davvero passare ore bellissime in una quiete irreale stando sempre a contatto con la natura.
(nella foto il Convento di S. Maria degli Angeli in Cassano)
Ma ritorno alla storia della cittadina. Cassano risale alla civiltà romana. Cio' viene confermato da numerosi ritrovamenti archeologici, come il recente rinvenimento di un prezioso pavimento musivo del V secolo. E' altresi' documentato che verso la metà del V secolo, in un punto del territorio detto "Lago di Battaglia" ebbe luogo un combattimento fra le milizie greche e l'esercito di Totila, nel quale si distinse per coraggio una donna cassanese, vestita da guerriera, che cadde eroicamente. Ad onorarne la memoria, i compagni le eressero un monumento con un cumulo di pietre, detto ancora oggi "Specchia di femina morta".
Archeologi e speologi di tutta Italia accorrono in questa località per visionare le tante grotte presenti nella zona. La più grande si trova a circa 3 Km. dall'agglomerato urbano ed è quella detta "di Cristo", scoperta nel XVII secolo. A due Km. a est troviamo la grave di "Pasciullo", profonda 180 metri e ancora da esplorare. A tre Km. a sud-est, sgorga una sorgente inesauribile chiamata "Pozzo di Conetto". La recente scoperta di un menhir, risalente a 2500-2000 anni a.C. conferma, tra l'altro, le antiche origini del borgo.
Le indagini storiche hanno accertato che anticamente Cassano fu abitata dagli Apuli che si stanziarono nella zona intorno all'anno 1000 a.C. e la cui civiltà era piuttosto progredita. Si dice che nel territorio cassanese fosse stato costruito un tempio dedicato al Dio bifronte Giano, nel luogo in cui oggi si trova la chiesa del SS. Crocifisso. Da questa circostanza sarebbe derivato il toponimo della città, "Casa Jani".
Numerosi studiosi sostengono che nell'antichità Cassano appartenesse alla gente Cassia, alla quale sarebbe stata donata dopo le vittoriose campagne contro Taranto e per la conquista della Grecia. Nella seconda metà dell'XI secolo, il Duca di Puglia e Calabria, Roberto il Guiscardo, concesse questo borgo all'Arcivescovo di Bari. Dopo la fortificazione, avvenuta intorno alla metà del XIV secolo, appartenne ai Del Balzo, agli Acquaviva, Duchi di Bari, e in seguito ad altri feudatari. All'epoca dell'eversione dei feudi, il borgo risultava intestato, come Principato, agli Ayerba-d'Aragona. Per distinguerla dalle numerose Cassano sparse sul territorio nazionale, il 14 Agosto 1862 il Consiglio Comunale delibero' la denominazione di Cassano delle Murge.
Cassano, oggi, è un attivissimo centro agricolo e commerciale, e anche se negli ultimi anni si è notevolmente sviluppata l'attività artigianale, soprattutto nel settore del tessile e abbigliamento, ormai gran parte della sua fortuna economica è legata al TURISMO.
Lo stemma della Citta' è rappresentato dalla "Madonna dell'Assunta in cielo, leggermente posata sulle nubi e coronata da due angioletti".
Il Centro storico di Cassano è ricco di antiche mura, stradine, case, viottoli e palazzi risalenti all'epoca medioevale. Particolare da non sottovalutare è la presenza delle "case-torri" che, come le torri alle quali si ispiravano, ebbero scarso valore abitativo: una bottega o fondaco al piano terreno e uno o due piccoli vani sovrapposti nei piani superiori, collegati da ripidissime scale di legno.
Tante sono le chiesette erette nella cittadina e di storico valore: Santa Maria dei Martiri con abside; la suggestiva Cripta del Crocifisso; il romanico campanile della Chiesa Matrice; il neoclassico palazzetto Miani-Perotti (opera dell'architetto cassanese Vincenzo Ruffo, allievo dei celebri architetti Carlo Galli detto il " Bibiena " e Luigi Vanvitelli, l'autore della famosa Reggia di Caserta); la Torre Civica con la Sede Municipale e la nuova Sala Consiliare; due torri superstiti della distrutta cinta muraria medievale ed alcune Cappelle secentesche.
Fra i piatti tipici del posto si segnalano: la carn' ca cipodd' , ghiimiridd' ,
cavatidd' chi cime de rape, orecchiette al ragù misto, uagnill' au furn chi cardengidde.
FESTA PATRONALE: 1-2-3 Agosto per la Festa di Maria SS. degli Angeli.
Immagini by: www.araldicacivica.it www.comune.cassano.bari.it
www.lemurge.it www.terredelmediterraneo.org
Storia by: www.comune.cassano.bari.it

Etichette: , , , , , ,

0Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

 
Il Capocomitiva di Bari - Il Blog dove troverai tutto sulla Citt���� di Bari, Sergio & Friends
####Buon Divertimento - Blog di Sergio il Capocomitiva di Bari####