Il Capocomitiva di Bari

Benvenuti, questo è il mio primo "BLOG". Per quanti di voi che abbiano intenzione di conoscere attualità, cronaca, divertimenti e tradizioni della città di Bari e non solo. Potrete fare due chiacchiere con me lasciando i vostri commenti o consigli in maniera seria ed io saro' felice di rispondervi. Buon divertimento Amici miei. Un saluto da Sergio "Il Capocomitiva". P.s.: Per la realizzazione di questo Blog nessun pugliese è stato maltrattato......

19 maggio 2007

Locorotondo

Buongiorno gentili ospiti del blog e bentrovati a tutti.
Oggi parliamo del bellissimo centro cittadino di Locorotondo, in provincia di Bari.
Nome che deriva dal latino locus rotundus, è una denominazione sicuramnte di origine medievale per indicare la rotondità del colle dove sarebbe poi sorto il paese.
I primi insediamenti umani in Locorotondo risalgono al tempo della dominazione Bizantina cessata nel secolo XI con l'arrivo dei Normanni conquistatori.Locorotondo fu dapprima feudo del monastero benedettino di Monopoli, successivamente dei Cavalieri di S. Giovanni di Gerusalemme ed infine degli Aragonesi.
Nel centro storico è possibile osservare le meravigliose ed incantevoli stradine, dai muri bianchi di calce e dai balconi in ferro battuto ricolmi di cascate di gerani dai variopinti colori; il tutto in uno scenario romantico e suggestivo.
Da girare in bicicletta sono le centotrenta contrade che compongono la campagna di Locorotondo, animata da uliveti e vigneti disposti in maniera assolutamente ordinata, con geometrica precisione. Da questi pregiati vigneti (Verdeca e Bianco d'Alessano) nasce il Bianco Locorotondo D.O.C., noto ben oltre i confini regionali, che unisce in sè la cultura e la tradizione contadina.
Tra le chiese presenti è da citare sicuramente quella della Chiesa Madre, quella della Madonna della Greca.
Una sorta di particolarità di questo paese è la presenza dei caratteristici tetti delle case dalle punte aguzze. Questo genere di costruzioni vengono denominate "cummerse".
L'esistenza della "vecchia porta Napoli" ricorda ai visitatori le antiche origini del paese. Ha una forma ad arco ed è stata costruita in muratura ornata. Da visitare poi, attraversando il centro storico, il castello della cittadina e l'importante "Palazzo Morelli" che, fortunatamente, ha conservato nel tempo gli originali stili dell'architettura barocca. Alcuni dei luoghi più belli da visitare a Locorotondo: le contrade San Marco, Trito, Tagaro, Serra; la villa Basile-Caramia, il Palazzo De Bernardis, il Sottovilla Comunale, il trullo più antico della frazione Marziolla, la suggestiva zona di Zuzu' ed ovviamente il centro storico. Si ricorda che quest'ultimo fa parte de "i Borghi piu' belli d'Italia".
Come evidenziato precedentemente la città di Locorotondo è famosissima per i suoi ottimi vini e questo le ha dato nei secoli sicuramente moltissimo lustro, oltre che , ovviamente, contribuire ad allargare la promozione di tutti gli altri vini pugliesi in Italia ed all'estero.
Tra le prelibatezze culinarie famose della cucina locale si citano i cosidetti Gnumer'dde suffuchte: si preparano con trippa, ed interiora di agnello adulto (agnellone), ridotte in piccole porzioni avvolte in un riquadro di trippa e legate a mo' di gomitolo da un segmento di budella (difatti gnumeredde significa appunto gomitolo, involtino) all'interno si inseriscono alcune foglie di prezzemolo e come la tradizione richiede anche una scaglia di ottimo pecorino locale.
Oggi gli involtini non si preparano più fra le pareti domestiche, ma si possono acquistare nelle molteplici macellerie del paese, puliti e preparati a regola d'arte; ovviamente prenotandoli con buon anticipo, data l'enorme richiesta. Una volta procuratesi gli involtini, il procedimento culinario moderno che ha ben altre esigenze, rispetto al passato, prevede l'immersione in un normale tegame pieno per almeno 3/4 d'acqua degli involtini, con alcune cipolle a fettine, pomodori schiacciati (anche i pelati vanno bene) ed un paio di gambi di sedano. Si chiude con un coperchio e si fa cuocere a fuoco medio per alcune ore, rabboccando quando è necessario.
Infine, citando alcune delle manifestazioni che vengono organizzate in questo antico e bel comune pugliese si evidenziano: la Festa patronale di San Giorgio - 23 aprile e la Festa patronale di San Rocco e gara pirotecnica - 16 agosto, infine, la Festa del vino novello, prevista di solito nella seconda domenica di novembre.
Informazioni storiche tratte by: www.trulliland.it www.comune.locorotondo.ba.it
Immagini by: www.geocities.com www.copuglia.it www.carovigno.net www.araldicacivica.it www.trullivacanze.com www.edespar.it

Etichette: , , , , , ,

2Comments:

Anonymous So said...

Locorotondo è un paesino carinissimo con gente bella molto accogliente... e ci sono tanti trulli dappertutto attorno che sono molto carini... mi piace quest'architettura...

26/5/07 22:57

 
Blogger il Capocomitiva said...

Infatti, è uno dei paesi sicuramente piu' affascinanti del circondario barese. Fossero tutti cosi' - senza offesa per gli altri paesi - e la Puglia sarebbe la regina del turismo!!!!

27/5/07 14:12

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

 
Il Capocomitiva di Bari - Il Blog dove troverai tutto sulla Citt���� di Bari, Sergio & Friends
####Buon Divertimento - Blog di Sergio il Capocomitiva di Bari####