Il Capocomitiva di Bari

Benvenuti, questo è il mio primo "BLOG". Per quanti di voi che abbiano intenzione di conoscere attualità, cronaca, divertimenti e tradizioni della città di Bari e non solo. Potrete fare due chiacchiere con me lasciando i vostri commenti o consigli in maniera seria ed io saro' felice di rispondervi. Buon divertimento Amici miei. Un saluto da Sergio "Il Capocomitiva". P.s.: Per la realizzazione di questo Blog nessun pugliese è stato maltrattato......

16 dicembre 2006

Gioia del Colle



Cari visitatori oggi parlero' della bellissima città di Gioia del Colle, in provincia di Bari, posta ad una distanza di circa 50 di kilometri a sud ovest dal capoluogo pugliese.

La storia del nome di Gioia del Colle da molti viene fatta combaciare con un'antica leggenda. Durante il culto a Giove Appulo, ove una misteriosa principessa avrebbe perso in un tempo imprecisato la sua preziosa collana. Successivamente la stessa monarca riusci' a ritrovare il monile e se lo rimise al collo. Tanta fu' la sua gioia per il ritrovamento che fu' deciso di denominare la zona suddetta proprio "Gioia del Collo e quindi del Colle".

Un diploma normanno datato 26 febbraio 1180, parla invece di una località designata rispettivamente “Castellum montis Joviae” e “Monte Joe”, cioè Monte Gioia, questo fa supporre quindi che esisteva un luogo che si chiamava così.

Di certo si può supporre che i primi nuclei di Gioia siano da attribuire all’epoca dei Romani, così come fanno ritenere le tombe di tale epoca rinvenute presso l’Appia Antica. Altra certezza sono tre diplomi normanni, il primo del 1087, in cui si parla di una via che da Monte Sannace conduceva a Gioia e quelli del 1108 e del 1196 che parlano dell’inserimento di Gioia e di Monte Sannace nella rete viaria che da Bari conduceva a Taranto.
Da un’attenta rilettura delle fonti diplomatiche gioiesi, già dal 1180 sembra esistere nella Città una volontà distinta dal feudalesimo, una specie di affrancamento amministrativo e, man mano che rileggiamo i documenti successivi fino alle fine del secolo XII, scorgiamo che questa volontà è divenuta concreta ed operante attraverso i suoi rappresentanti, i così detti “Boni Homines”, vale a dire gli autorevoli gioiesi liberamente eletti tra i concittadini per il governo amministrativo della città.
Insomma, la storia di Gioia non è ancora stata completamente ricostruita ma una cosa è certa. Negli ultimi secoli la cittadina si è sviluppata tantissimo ina svariati settori: da quello del terziario a quello turistico, da quello militare a quello alimentare.

Mi soffermo proprio su quest'utlimo settore. Non c'e' pugliese o italiano che non conosca le prelibatezze prodotte quotidianamente dai caseifici nella terra Gioiese: mozzarelle, provole, ricotte, burrate, burratine, nodini, formaggi freschi, caciotte e via dicendo. Non sapete cosa siano le burrate???Non ci credo!!Le buonissima burrate sono dei formaggi freschi fatti con la pasta delle mozzarelle ripiene di squisitissima stracciatella e burro. Non avete idea di quello che si provi nel gustarle a tavola assieme magari ad una bella fetta di prosciutto crudo!!!

A Gioia si tengono annualmente due sagre importanti: La Sagra della Mozzarella e la Festa dell'Aja. La prima si svolge presumibilmente il primo sabato del mese di agosto. Arrivano tutti i produttori caseari di Gioia a portare i loro latticini. E' possibile degustarli e acquistarli a prezzi davvero concorrenziali. Nella cornice della sagra non mancano cantanti e artisti che accompagnano per tutta la serata il bellissimo evento. La Festa dell'Aja si svolge anch'essa nel mese di agosto ed è una iniziativa importantissima poiche' vengono mostrate tutte le antiche arti della lavorazione della terra, i vecchi strumenti adoperati per arare, seminare e raccogliere i frutti della campagna. Successivamente la festa si sposta in Corso Vittorio Emanuele dove è dta la possibilità di conoscere gli ultimi ritrovati della tecnologia da utilizzare proprio nel comparto agrario. Grazie a questo evento quindi i ragazzini hanno la possibilità di abbracciare una parte della storia dell'agricoltura della loro terra e conoscere quindi gli antichi strumenti utilizzati dai loro avi in campagna.

Nel centro storico di Gioia non posso non citare le bellezze della Chiesa Madre e della Chiesa di Santa Lucia, due tra le chiese sicuramente piu' importanti della bella cittadina. Ancora, una visita al sontuoso Castello normanno non potrà che essere una meta obbligatoria della vostra passeggiata.

Infine - ma giusto per non tralasciare nulla - come già precedentemente indicato, Gioia del Colle è la sede del grandissimo ed importantissimo 36° Stormo della nostra stupenda Aeronautica Militare. A Gioia sono stati infatti distaccati i famosissimi F104, i Tornado e, presto, si potranno anche vedere i velocissimi Eurofighter 2000. Questa bella flotta è ai vertici della tecnologia e sistematicamente utilizzata per la difesa della nostra regione. Foto By: www.digilander.libero.it , www.stupormundi.it , www.isaporiditaliaweb.it , www.raf.mod.uk , www.sassiweb.it .

Etichette: , , , , ,

4Comments:

Anonymous So said...

bella città davvero ma quello che mi piace di più somo le mozzarelle fantasticamente squisite...
bella storia anche che ho messo sul mio blog anche perchè la Puglia si deve fare più avanti farsi conoscere per tutte le sue bellezze... e non per le brutte reputazioni fatte da stupidini...

7/3/07 10:38

 
Anonymous tazziana said...

Bella Gioia del colle...direi che il nome che le hanno dato se lo merita proprio.Per me è una gioia,ma anche un dolore però...
Alle spalle dell'ospedale c'è la fermata del pullman che ogni mese mi accompagna dal mio amore e che dopo qualche giorno mi separa da lui...
Pensiamo a qualcosa di dolce,va...Se vi trovate dalle parti di Gioia del Colle,vi consiglio di fare un salto allo "Zahir",fanno delle coppe gelato da competizione!!!

10/2/08 01:02

 
Blogger vale said...

Stasera nelle sale "Focaccia !lues" la vera storia della focaccia che mangiò l'hamburger, a tutti i baresi amanti della focaccia e della tradizione, andate a vederlo, è molto divertente1

17/4/09 13:53

 
Anonymous Anonimo said...

VENERDI’ A GIOIA I “DIROTTA SU CUBA”
Nell’ambito del decentramento estivo della Provincia di Bari


Sempre nell’ambito di “Ma l’Estate”, iniziative culturali e di svago proposte dal Comune di Gioia del Colle di concerto con la direzione tecnico – artistica del Teatro Rossini, sarà la volta Venerdì 14 agosto 2009 dei “Dirotta su Cuba”.
Il noto gruppo musicale, che si esibirà presso la Distilleria Cassano (S.P. per Santeramo) alle ore 21,00, sarà ospite del Comune di Gioia del Colle grazie alla collaborazione della Provincia di Bari la quale sponsorizzerà l’evento nell’ambito del programma di decentramento estivo.
I Dirotta su Cuba sono un gruppo musicale italiano fondato nel 1989
Nell’estate del 1994 il brano "Gelosia" anticipa l'album di debutto "Dirotta su Cuba" (uscito nel 1995) che guadagnerà il disco di platino.
Nel 1997 i Dirotta Su Cuba partecipano al Festival di Sanremo con "È andata così" e a tutt’oggi occupano un posto di rilievo nel panorama della musica leggera italiana.
Continuano così le numerose proposte che l’assessorato alla Cultura del Comune di Gioia del Colle ha proposto alla cittadina pugliese; dopo la rassegna di cabaret “Lo spirito del castello” che ha visto esibirsi artisti e comici di fama nazionale, è stata la volta della nota cantante di fado portoghese Joana Amendoeira la quale ha incantato il pubblico gioiese con melodie tipiche della sua terra.
Prossimi appuntamenti: 18 e 20 agosto “Letture di poeti” presso i giardini dell’Ospedale Paradiso a cura della Compagnia Teatrale “DiversaMente” e venerdì 21 agosto esibizione dell’orchestra per ragazzi “La Fenice”.

13/8/09 15:18

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

 
Il Capocomitiva di Bari - Il Blog dove troverai tutto sulla Citt���� di Bari, Sergio & Friends
####Buon Divertimento - Blog di Sergio il Capocomitiva di Bari####