Il Capocomitiva di Bari

Benvenuti, questo è il mio primo "BLOG". Per quanti di voi che abbiano intenzione di conoscere attualità, cronaca, divertimenti e tradizioni della città di Bari e non solo. Potrete fare due chiacchiere con me lasciando i vostri commenti o consigli in maniera seria ed io saro' felice di rispondervi. Buon divertimento Amici miei. Un saluto da Sergio "Il Capocomitiva". P.s.: Per la realizzazione di questo Blog nessun pugliese è stato maltrattato......

16 marzo 2007

Le zeppole di San Giuseppe

Cari amici, care amiche, cari ed economici visitatori, oggi vi parlo di un dolce che viene mangiato proprio in questo periodo e cioè in concomitanza con la Festa del Papà (19 marzo, S. Giuseppe).
Bene. A seguire, prendete carta e penna e scrivete attentamente questa bella ricetta culinaria:

Difficoltà: Media.
Ingredienti: 500 gr. di farina; 10 uova intere; 100 gr. di burro; 1/2 l. acqua.
Preparazione: Fate riscaldare in una casseruola l'acqua, il burro e una presa di sale: appena accenna a bollire incorporate la farina in un solo colpo mescolando rapidamente con un cucchiaio di legno fino a che il composto non si stacca dalle pareti del recipiente ( questa fase dura circa 10 minuti ) . Fate raffreddare l'impasto. Aggiungete, mescolando e uno alla volta, i tuorli e gli albumi. Versate il composto in una siringa da pasticciere con l'uscita larga a stella e formate delle ciambelline con il buco al centro ( se siete bravi potreste formarle direttamente nell' olio dove vanno fritte ). Friggetele in olio extravergine molto caldo rigirando le zeppole tre o quattro volte in modo da avere una cottura uniforme. Sono cotte quando assumono un bel colore dorato. Se sono venute bene si gonfiano e non assorbono olio. Stendetele su carta da cucina in modo da assorbire l'olio in eccesso. Ora vanno farcite, tagliandole a metà, con crema pasticcera e guarnite con due amarene sciroppate sistemate in due punti opposti o un cucchiaino di marmellata di amarene. Spolveratele con zucchero a velo e ,se piace, cannella.
P.S. Per chi vuole esiste sta la possibilità di cucinare le zeppole anche in forno utilizzando la stessa ricetta. Diciamo la verità. La vera zeppola è quella fritta (anche se un po' piu' pesante), pero' è semplicemente questione di gusti.
Tutto qui. Buon appetito e divertimento. Ciaooo.
Ricetta tratta da:
http://www.laterradipuglia.it/italiano/Dolci/zeppole.htm
Foto By:
http://www.cucinaironia.it/le_zep1.jpg ; http://it.luxardo.it/var/corporate/storage/images-versioned/2217/3-ita-IT/zeppole2.jpg

Etichette: , , ,

4Comments:

Anonymous So said...

Adoro questi dolci sono squisiti... troppo buoni... da me si dice in francese "de s'en faire péter la rate" "di farsi esplodere la rata"... hihihihi :-);-)

18/3/07 19:14

 
Blogger il Capocomitiva said...

Esplodera la rata???In che senso??Comunque evviva la "petite patisserie francais" che,ad ogni buon fine, è buona quanto quella italiana!!!!

19/3/07 11:59

 
Anonymous Anonimo said...

Carissimo capocomitiva di Bari, volevo chiederti se le ricette pubblicate sul blog sono da ricondurre alla tua arte culinaria o trattasi di semplice scopiazzamento da ricette nazionali. Spero che non deluderai i toui assidui navigatori. Baci da Tino o' tamarro di Napoli, in arte o zppulon.

26/3/07 13:43

 
Blogger il Capocomitiva said...

Caro Tino ti rispondo subito dicendoti che le ricette sono prese da due fonti: internet o semplicemente dal libro mastro custodito gelosamente a casa mia!!!Ed anzi ripeto sempre che se avete delle nuove ricette da far provare inviatemele che le pubblichero' volentieri.
Ti aspetto presto caro Tino e salutami Napul,la città di Pulcinella!!!!!Ciaaaaaaa

26/3/07 14:44

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

 
Il Capocomitiva di Bari - Il Blog dove troverai tutto sulla Citt���� di Bari, Sergio & Friends
####Buon Divertimento - Blog di Sergio il Capocomitiva di Bari####