Il Capocomitiva di Bari

Benvenuti, questo è il mio primo "BLOG". Per quanti di voi che abbiano intenzione di conoscere attualità, cronaca, divertimenti e tradizioni della città di Bari e non solo. Potrete fare due chiacchiere con me lasciando i vostri commenti o consigli in maniera seria ed io saro' felice di rispondervi. Buon divertimento Amici miei. Un saluto da Sergio "Il Capocomitiva". P.s.: Per la realizzazione di questo Blog nessun pugliese è stato maltrattato......

15 settembre 2006

Il Presidente a Bari

Il Presidente della Repubblica Italiana On. Giorgio Napolitano è arrivato ieri nella nostra Città, Bari, per visitare la 70^ Fiera del Levante e soprattutto per omaggiare i caduti baresi della II Guerra Mondiale con una valorosissima Medaglia d'oro al Merito Civile alla cittadinanza. Il 28 luglio del 1943, infatti, esattamente tre giorni dopo la seduta del Gran Consiglio (che aveva portato all’arresto di Mussolini) una manifestazione nata in maniera spontanea a favore della scarcerazione di alcuni prigionieri politici si trasformò in tragedia anzi in una vera e propria carneficina. Sotto i colpi di un reparto militare che proteggeva la sede del Fascio, in via Nicolò dell’Arca, perirono 22 persone e altre 50 rimasero ferite. Il 9 settembre dello stesso anno - il giorno dopo la firma dell’Armistizio - le truppe tedesche iniziarono il ripiegamento. Prima di lasciare Bari i tedeschi ebbero l'ordine di distruggere il porto e tutte le infrastrutture di telecomunicazione. A difendere il porto trovarono soldati e civili baresi ed un gruppo di ragazzi della città vecchia. Come il giovanissimo Michele Romito, di 14 anni, che riuscì a far saltare in aria un camion tedesco sotto l’arco di S. Nicola. In quella giornata fondamentale fu il ruolo svolto dal generale Bellomo che, nella confusione di ordini e contrordini, guidò l’ultimo decisivo attacco ai tedeschi. Il 2 dicembre aerei tedeschi bombardarono il porto di Bari ove ormeggiavano anche le navi della flotta alleata. Diciassette furono le navi affondate, otto quelle gravemente danneggiate. Una delle navi, la John Harvey, trasportava un carico di migliaia di bombe all’iprite. L’iprite è un gas tossico “sperimentato” durante la prima guerra mondiale nei pressi di Ypres, in Belgio. Secondo la Convenzione di Ginevra il suo uso era illegale. Moltissime furono le vittime tra i cittadini baresi. La bruttissima disavventura barese venne paragonata a cio' che successe, a suo tempo, nel porto di Pearl Harbor.
L'alta onorificenza sarà conferita, in particolare, per gli episodi del 9 settembre e del 2 dicembre 1943.
Un premio questo non solo per la Città di Bari e della sua valorosa resistenza alla avanzata fascista, ma, un ringraziamento vero e proprio a quei cittadini baresi che resero inconsapevolmente eroiche le loro gesta. Costoro hanno contribuito in maniera estrema a rendere grande il capoluogo pugliese purtroppo pagandolo con la loro stessa vita. Non possiamo dimenticarli.
Foto by: www.eur.news1.ymg.com.

0Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

 
Il Capocomitiva di Bari - Il Blog dove troverai tutto sulla Citt���� di Bari, Sergio & Friends
####Buon Divertimento - Blog di Sergio il Capocomitiva di Bari####