Il Capocomitiva di Bari

Benvenuti, questo è il mio primo "BLOG". Per quanti di voi che abbiano intenzione di conoscere attualità, cronaca, divertimenti e tradizioni della città di Bari e non solo. Potrete fare due chiacchiere con me lasciando i vostri commenti o consigli in maniera seria ed io saro' felice di rispondervi. Buon divertimento Amici miei. Un saluto da Sergio "Il Capocomitiva". P.s.: Per la realizzazione di questo Blog nessun pugliese è stato maltrattato......

19 luglio 2006

E' "crisi" tra Israele e Libano













Cio' che sta accadendo in questi ultimi giorni tra lo Stato di Israele ed il Libano riporta alla ribalta sicuramente gli orrori che si sono già visti in tantissime altre guerre.
Come sempre decidere quale tra i due Paesi sia la vittima e quale il carnefice è davvero difficile. Ma poi, onestamente, a chi puo' interessare questa distinzione???
Le cause sono tante: interessi politici, storici ed economici che subentrano molto spesso al rigore della logica, alla diplomazia ed alla democrazia dei Governi.
E si perchè ahimè ad innescare una battaglia non ci vuole molto, il problema è risolvere la situazione dopo. Occorono mesi, anni, addirittura secoli. Magari si riescono a terminare i conflitti ma gli attriti restano sempre. E' un po' come l'esempio del fuoco che cova sotto la cenere: c'e' ma non si vede, e, in un attimo riprende vigore e forza e ribrucia tutto cio' che è stato posato sopra di esso.
Rivedo bambini di ogni età che scappano dalle loro terre native, malati, feriti, morti, cadaveri. Caduti vittime di un sistema sociale troppo fragile che sempre piu' spesso si rompe.
Rivedo bombe ultratecnologiche (magari testate per la prima volta sugli esseri umani) ad altissimo potenziale, armi convenzionali e forse anche armi chimiche.
Parlo di crisi e leggo di crisi, mai di guerra, in tv, alle radio, sui giornali.
Vi prego spiegatemi la differenza. Se dovesse esistere.
Forse è una di quelle nuove terminologie che si adoperano per baippasare l'originale: chiamo lo spazzino (con tutto il rispetto per la categoria) operatore ecologico, chiamo l'infermiere operatore sanitario e via dicendo...
Quindi è ipocrisia la mia, la nostra, di tutti, mi chiedo???.
Per me è crisi quella che puo' accadere tra due fidanzatini quando litigano tra loro.
Crisi petrolifera, crisi energetica, crisi mistica!!!
Ma come si puo parlare invece di crisi per l'ennesima sporca, anzi sporchissima guerra che si sta combattendo tra Libano e Israele???
Idem con patate per "missione di pace"!!!Ma per favore diciamo la verità e chiamiamola "missione di guerra" punto e basta!!!
Non sono nè pro ne' contro la guerra, poiche' ovviamente dipende dalle situazioni.
E' giusto pero' fare una corretta comunicazione, far capire alla gente che là, in quei posti non si va a giocare e che non esistono assolutamente missioni di pace.
Se si va a combattere per liberare, se si va difendere interessi pubblici e diritti umani non c'e niente da nascondere insomma.
Concludo dicendo che oggi, 19 luglio 2006, vado ad aggiungere altre due bandierine rosse sulla gigantografia della Terra in corrispondenza di queste due Nazioni e, ragazzi, vi dico la verità, purtroppo sono davvero tante. Che tristezza.

6Comments:

Anonymous Anonimo said...

Ciao Capo. Sei davvero molto bravo. Sei riuscito ad esprire in termini efficaci eppur semplici, quella che è stata una mia personale riflessione.
Il modo in cui "racconti" parla molto di te, della tua sensibilità, della tua geniunità, della tua maturità.
Beh...Non voglio apparire sviolinante. ;)
Comunque... QUESTA VOLTA NON MI DEVI PAGARE ;) AH AH AH ;)
CIAO CIAO CAPO...
BY MARA.

19/7/06 14:50

 
Blogger il Capocomitiva said...

Grazie Mara.
stavolta penso purtroppo che le parole non contino granchè.
Spero che nei prossimi giorni la situazione possa migliorare per tutti.
Salutissimi.

19/7/06 15:18

 
Anonymous Anonimo said...

Che dolore vedere gli occhi di un bambino che sfugge alla violenza della guerra. Non si intravede nè felicità, nè gioia caratteristica solo dei piccoli... un papà!
Ciauz Sergej by xirus

20/7/06 15:36

 
Blogger il Capocomitiva said...

Chissa se giocare su un prato pieno di mine antiuomo o in mezzo a morti ammazzati sia il massimo per un bambino. Direi proprio di no. Viviamo in Italia e non ci rendiamo conto di quanto possiamo ritenerci fortunati. Non esistono guerre, non esistono proiettili vaganti che fischiano e si squarciano sulle pareti, soldati armati di tutto punto che controllano le città.
E pensare purtroppo che a qualche centinaio di chilometri da noi tutto questo c'e' davvero.
Inorridisco, mi fa venire la pelle d'oca soltanto il pensiero per quelle anime innocenti che si trovano in entrambi i Paesi.
Pochi anni di vita e già colpevoli di essere nati in tempi e posti sbagliati, condannati a pagare anche con la vita situazioni a loro sicuramente non imputabili.
E questa è la guerra.

20/7/06 16:08

 
Blogger tiziana said...

Inizio già incazzata è la 3 volta che cerco di scrivere e non sò per quale arcano motivo mi cancella tutto....ma sei sicuro che funziona stò aggenggio????

Scherzi a parte volevo solo dire le miei impressioni sai che mi tocchi sul vivo riguardo questi argomenti.
Ho letto il tuo blog su qualcosa concordo sua altro no...
Mi spiace quando dici che i media se ne interessano poco o anche noi stessi, ma non credo che sia così della guerra in Libano e contro gli ebrei ( perchè di questo si parla) se ne è detto molto, molto di + di altre guerre e sai perchè ...gli ebrei hanno subito l'olocausto e soprattutto perchè sono la colonna economica degli USA + importante....ma degli altri conflitti tu ne sai niente???Bene, ci sono guerre in Sierra Leone, in Dafur, in Bimania, Somalia, Ruanda etc etc ma perchè non se ne parla?Perchè questi paese sono considerati del 3°mondo e intervenie lì non comporta un ritorno economico semplicemente per questo spesso l'Onu non interviene, a parte che avrei molto da dire sull'ONU organo marionetta degli USA basta vedere l'attacco all'Iraq dove sono le armi di distruzione????Boh sparite nel nulla e vedrai prossimo attacco sarà in Iran che saranno appoggiati dalla Siria allora saranno cazzi.....
Perchè non si parla degli altri popoli perseguitati come ad esempio senza spostarci troppo dall'Europa: i Curdi popolo che ha iniziato il suo martirio con gli Ebrei e ancora oggi viene sparato a vista se gli va di culo o soffre pene dell'inferno morendo gassati da Greci, Turchi, Siriani e Iraniani....immagino che pochi conoscano questo popolo che è di religone copta forse unico suo difetto!!!!!!!!!!!!!
Purtroppo sai cosa credo che la storia si ripete non si fà nulla per cambiare gli eventi e che gli uomini, meglio sarebbe dire la razza umana sono solo bestie e non impareranno mai ad avere pensieri civili....per non parlare poi delle operazioni di pace ma che significa se io guardando fuori dalla finestra vedo sempre un uomo sicuramnete con una divisa diversa ma che impugna sempre un arma che per antonomasia è un simbolo di pace, vero??
Allora, nonostante tu mi conosca e sai quanto odio la violenza ho 2 soluzioni estreme e sicuramente poco ortodosse:
1)litigano per un pezzo di terra bene perfetto la rado completamente al suolo e ci costruisco un bel parcheggio immenso dove sicuramente trovi posto
2)si và a fare un bel sit in senza nessuna bandiera di appartenenza, senza alcun credo e senza distinzione etnica fino a quando i litiganti non si siedono ad un tavolo accipinati ci dovranno restare anche per anni e incominceranno a discutere ma sotto la supervisione del popolo senza nessun altro potente intorno....
Ora basta mi sono sfogata e poi non voglio perdere per la 4 volta il mio scritto che ha quindi avuto 4 stesure diverse e questa volta non lo rileggo neanche.....
Ti saluto e vado in una riunione dove si parlerà di aria fritta....ah
bacioni
Tiziana

21/7/06 15:52

 
Blogger il Capocomitiva said...

Attenzione Tizzy, è vero che non ho citato le altre guerre che si stanno combattendo nel resto del mondo, ma, ho descritto "soltanto" cio' che succede durante una guerra. Non ci sono mai stato di persona è vero, nè ci vorrebbe essere nessuno immagino.
Il mio discorso era mirato ad evidenziare alle tante persone che hanno il paraocchi o che vogliono pensare ad altro che cosa brutta sia la guerra e che non puo' essere considerata come una scaramuccia di poca importanza. Giustamente la verità la sa sempre chi sta sopra di noi.
Gli interessi che si giocano dal punto di vista dei profitti sono molto alti. A chi conviene andare in guerra?E dove? Ai paesi, i Grandi Paesi occidentali che avrebbero poi un bel ritorno in termini di denaro. Non vanno mica in paesini isolati da quattro soldi a mandare a morire i soldati. E no. Ecco allora che interviene l'unica Organizzazione con gli attributi che decide di interessarsi sul serio alle faccende bellicose. E va davvero a difendere le povere anime da morte certa. Non come si è preteso di fare invece in Irak, dove, si è cercato non di riportare la pace ma di importare, anzi, direi di imporre una falsa "democrazia" agli abitanti. E poi si sono visti i risultati (vietnam parte seconda...).
La soluzione?Piu' diplomazia e meno armi forse sarebbe quella piu' auspicabile. Non penso che questa pero' sarebbe la scelta condivisa dalle grandi industrie del settore (leggi LOBBY)di tutto il mondo , specie di quelle made in USA. vabbe', anzi vammale!!!

21/7/06 16:44

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

 
Il Capocomitiva di Bari - Il Blog dove troverai tutto sulla Citt���� di Bari, Sergio & Friends
####Buon Divertimento - Blog di Sergio il Capocomitiva di Bari####